Mission

La mission del Centro Residenziale Anziani S. Scalabrin volge a garantire, nel rispetto dell’individualità, della riservatezza e della dignità della persona, una qualità di vita il più possibile elevata all’utente, autonomo o meno, considerandone i peculiari bisogni psichici, fisici e sociali, attraverso un’assistenza qualificata e continuativa, in stretta collaborazione con la famiglia ed i servizi del territorio.

La Politica per la Qualità che ne deriva, vede il Centro Residenziale Anziani S. Scalabrin impegnato a:
• mantenere e migliorare la qualità di vita dell’anziano, sia dal punto di vista sanitario che dal punto di vista sociale e offrire soluzioni, anche personalizzate, che risolvono tutte quelle problematiche che non sono gestibili a domicilio da parte degli anziani o dei loro familiari.
• definire e aggiornare, sulla base di valutazioni multiprofessionali, progetti di intervento personalizzati, individuali e/o di gruppo.
• garantire all’utente un’assistenza qualificata effettuando una formazione continua del personale al fine di sostenerne la motivazione e rivalutarne la preparazione professionale, in ragione del fatto che gli interventi di tutte le figure professionali sono finalizzati al soddisfacimento dei bisogni della persona anziana;
• collaborare per una maggior apertura al territorio.
• erogare il servizio secondo principi di uguaglianza dei diritti degli utenti e criteri di obiettività, giustizia ed imparzialità.
• assicurare all’utente il diritto di “scegliere” tra i diversi soggetti erogatori dei servizi assistenziali;
• garantire all’utente il diritto di accesso alle informazioni socio-sanitarie;
• assicurare la continuità del servizio socio-assistenziale;
• razionalizzare le spese, attraverso un’analisi costante del processo di erogazione del servizio che tenga conto delle risorse disponibili e dei vincoli di bilancio.

Tale tipologia di interventi si fonda quindi oltre che sul miglioramento continuo delle prestazioni anche sulla trasparenza dell’operato e dell’etica professionale. A tutto ciò si aggiunge la consapevolezza che per la soddisfazione ed un recupero ottimale degli utenti risulta fondamentale l’umanità, concetto chiave che, insieme a tutto il resto, contribuisce all’erogazione di un servizio di elevata qualità.
Presso il Centro Residenziale Anziani S. Scalabrin è possibile quindi trovare la soluzione ideale per qualsiasi necessità delle persone anziane in un ambiente familiare, protetto e confortevole in cui viene erogata una assistenza socio-sanitaria adeguata, finalizzata ad assicurare l’ampia tutela della persona anziana e la serenità dei familiari che possono far affidamento su personale qualificato, cortese ed attento ai bisogni degli utenti.
Il Centro Residenziale è infatti in grado di gestire tutti i servizi all’anziano: da quelli rivolti a persone ancora autosufficienti, che possono trovare una ottimale accoglienza nella casa albergo, a quelli erogati ad anziani che hanno perso in tutto o in parte la loro autonomia, nei nuclei per autosufficienti e parzialmente autosufficienti, fino ad arrivare al ricovero e gestione di utenti non autosufficienti o persone, quelle in coma o quelle affette da gravi malattie o invalidità, che necessitano di assistenza sanitaria altamente specializzata e continuativa.
E’ curato l’investimento in risorse umane e tecnologiche affinchè gli ospiti possano trascorrere le loro giornate in serenità e tranquillità in un ambiente confortevole, famigliare e reso sicuro dalle misure di sicurezza adottate (protocolli assistenziali e sanitari, impianti antincendio, addestramento ed esercitazione del personale sui piani di emergenza, adozione del sistema HACCP per garantire la qualità e l’igiene dei generi alimentari preparati presso l’ente, ecc.).
Un ruolo importante è assegnato alla preparazione delle figure addette all’assistenza (infermieri professionali ed operatori socio-assistenziali) tramite specifica formazione al momento della assunzione e con incontri interdisciplinari periodici che mirano al costante sviluppo della professionalità e ad incrementare, qualificare ed aggiornare le conoscenze, le abilità, anche quelle nel campo della sicurezza, gli atteggiamenti per migliorare continuamente il servizio erogato e motivare i dipendenti in funzione del benessere degli ospiti.
L’attività assistenziale agli ospiti non autosufficienti viene erogata sulla base di programmi predisposti da parte dell’Unità Operativa Interna, che è una équipe di professionisti (medico, coordinatore generale, psicologo, logopedista, assistente sociale, coordinatore di nucleo, animatrice, operatore socio-assistenziale, fisioterapista, direttore, responsabile ULSS) che esamina le problematiche dell’anziano con una visione globale delle patologie e dei bisogni, con un approccio integrato e multidisciplinare che mira ad effettuare valutazioni e programmi personalizzati che consentono, nel tempo, l’erogazione del servizio più idoneo.
Un intervento integrato alle patologie e condizioni dell’anziano garantisce infatti un miglioramento della situazione anche in termini di qualità della vita.
Una attenzione particolare viene quindi posta prima alla predisposizione e poi alla applicazione di procedure di controllo e verifica della regolare attuazione dei programmi in corso, sia quelli riguardanti la salute e l’assistenza dell’ospite, sia quelli che si riferiscono alle varie attività quali, ad esempio, l’igiene e la disinfezione dei locali, la preparazione del cibo, oppure l’animazione.
Un obiettivo importante è anche quello di dare una vita attiva agli ospiti e recuperare o mantenere, il più a lungo possibile, l’autonomia personale e le capacità individuali.
E’ curato inoltre il rispetto della dignità e della “privacy” degli ospiti assicurando il massimo riserbo da parte degli addetti dell’ente che sono tenuti al segreto professionale.